Dipendenti dai videogiochi? Se fate una di queste cose probabilmente lo siete.


Sono sicuro che spesso pensi a quanto tempo hai perso ai videogiochi e a cosa avresti potuto fare di più utile invece che giocare.
Alle volte ti ritrovi sui videogame anche se hai altre cose da fare, sicuramente più importanti, ma non le fai ugualmente.
In ogni occasione in cui ti senti triste o annoiato, ti metti a giocare alla tua console o computer.
Quando sei fuori e stai facendo altre attività, pensi a quanto sarebbe più divertente tornare a casa e giocare al tuo game preferito.
Se ti rivedi in questi esempi probabilmente sei dipendente dai videogiochi e non è una situazione così banale come potrebbe sembrare: i videogame sono una vera e propria dipendenza.
Infatti, i videogiochi sfruttano degli elementi tipici degli stupefacenti e delle altre altre dipendenze patologiche (come il gioco d'azzardo).
Osserviamo perchè i videogame creano dipendenza:

1 - Il meccanismo della sfida e della ricompensa: tutti i videogiochi rappresentano una sfida ed è questo che li rende interessanti. Se un gioco fosse troppo facile, diventerebbe subito noioso. I videogiochi vengono progettati per essere sufficientemente difficili da essere interessanti. Più si gioca, più si diventa bravi e più il gioco diventa competitivo e difficile, ma sempre in modo proporzionale alle proprie capacità. Questo crea soddisfazione in chi gioca, perchè vede i risultati del proprio impegno in tempi brevi. Invece, nella vita vera, raramente i risultati si vedono subito: spesso solo a distanza di anni otteniamo delle gratificazioni (ad esempio dopo aver finito le scuole o al conseguimento della laurea). I videogiochi invece ti premiano subito e ti fanno sentire bravo e capace. Questo crea dipendenza. 

2 - L'essere sociale: con internet e i giochi online è possibile interagire con altre persone senza spostarsi. Il che è sicuramente un vantaggio in senso assoluto, perchè permette di crearti degli amici virtuali e ti fa sentire parte di una grande famiglia. Questo però crea dipendenza perchè la persona può interagire con i suoi nuovi "amici" solamente giocando e all'interno del videogioco. Si manifesta quindi l'associazione sbagliata che solo attraverso il videogioco si possa essere parte di un gruppo e sentirsi  accettato. Questo porta ad escludere i rapporti nelle vita vera e ti lega sempre di più ad una comunità che in realtà non esiste.

L'elemento sociale inoltre, crea un meccanismo di competizione che causa anch'esso dipendenza:  dimostrare agli altri di essere più bravi di loro crea molta soddisfazione. Se nessuno vi vedesse giocare o non ci fossero le classifiche globali, il gioco perderebbe molto del suo interesse, dato che non potete mostrare quanto siete bravi e che progressi state facendo. 
Questo tipo di soddisfazione nella vita vera spesso manca, dato che i traguardi personali sono solitamente manifesti a un gruppo molto ristretto di persone (i familiari) e quindi la soddisfazione risultante minore.

Sono presenti anche altri elementi che creano dipendenza nei videogiochi, come ad esempio la facile disponibilità, ma il concetto generico che volevo spiegarvi è quello che i videogiochi creano dipendenza in modo concreto e psicologicamente riconosciuto, quindi non è un problema di poco conto.

A questo punto ti chiederai come fare per smettere di giocare. Anche io lo ho fatto e ho cercato si seguire questi suggerimenti: Dipendente dai videogiochi? Smettere migliora la vita: ecco come fare

Commenti

Post più popolari

EverGreen Life: l'ulivo che costa caro e serve a poco