Player Unknown Battleground: come ottenere il gioco gratis o perfino guadagnarci


Player Unknown Battleground, d'ora in poi PUBG, è diventato il videogame più giocato su steam con oltre 2 milioni di giocatori giornalieri, superando di gran lunga il primo in classifica DOTA2 dopo molto tempo.
Anche se il suo prezzo può sembrare contenuto, 30 euro su Steam oppure circa 22 euro su instant-gaming, c'è la possibilità di pagare il gioco molto meno, se non addirittura averlo praticamente gratis o in alcuni casi guadagnarci perfino qualcosa.
Come fare? Microtransazioni
Per chi di voi non lo sapesse, alcuni giochi su steam, per la verità quasi tutti ormai, permettono di ottenere oggetti virtuali che possono essere poi rivenduti in cambio di denaro.
Solitamente sono tutti oggetti estetici, le cosiddette "skin".
Sono ad esempio dei vestiti o delle armi diverse da quelle standard e questi oggetti solitamente non cambiano nulla delle meccaniche del gioco, cioè non vi faranno acquisire abilità migliori o sparare facendo più danno, ma appunto sono solo elementi estetici.
Il bello di questi oggetti è che si ottengono gratis semplicemente giocando. Nel caso di PUBG dopo ogni partita otterrete dei punti (a seconde di quante uccisioni fate o del piazzamento ottenuto), questi punti servono per comprare delle casse contenenti un oggetto random. Alcuni di questi oggetti sono comuni ed altri più rari, ma ognuno di essi ha un valore: da pochi centesimi per gli oggetti comuni, a centinaia di euro per quelli molto rari (l'oggetto più caro venduto attualmente vale 990 euro!).
La cosa interessante che pure la cassa stessa, se non volete aprirla, ha un valore e può essere rivenduta. Queste casse hanno solitamente un valore che oscilla dai 50 ai 70 centesimi a cassa, questo significa che ogni cassa ottenuta giocando sono 50 centesimi garantiti.
Se voi rivendete ogni volta le casse così ottenute, potrete ripagarvi l'interno gioco. E magari se trovate un oggetto raro, guadagnarci pure parecchio!
Ma quanto tempo serve per ripagarsi il gioco? 
Dunque, solitamente ogni partita che fate guadagnate circa 40 punti (da un minimo di 30 ad qualche centinaia), ogni settimana la prima cassa che acquistate ha un costo di 700 punti. Quindi con una quindicina di partite riuscite a comprarvi la prima cassa facilmente. Tutte le casse sucessive alla prima hanno un costo raddoppiato: 1400 punti la seconda, 2800 la terza e così via.
Solitamente giocando circa 2 ore al giorno a PUBG vi assicuro che in una settimana riuscite a ottenere 2 o 3 casse di media. Quindi se le rivendete sono circa 1 o 2 euro la settimana, 20 euro dopo 2 mesi e mezzo. Questo ovviamente senza trovare nessun oggetto che valga di più, ma semplicemente vendendo le casse senza aprirle.

Concludendo, se volete giocare a Player Unknown Battleground ma vi secca spendere i soldi per comprarlo, ricordatevi che alla fine, grazie alle microtransazioni, lo pagherete di meno di quello che avete speso. E più ci giocherete più la possibilità di guadagnarci qualcosa aumenteranno.

Potrebbe interessarti anche: vinci videogiochi gratis con eBonus.gg

Commenti

Post più popolari

EverGreen Life: l'ulivo che costa caro e serve a poco