COSPLAY VS CARNEVALE: tutte le differenze


Abbiamo imparato cosa significa Cosplay, per chi se lo fosse perso, può rimediare leggendo questo post: La vera definizione del termine cosplay. Per tutti gli altri analizziamo le differenze che ci sono tra cosplay e carnevale. A carnevale puoi rappresentare qualsiasi personaggio perché non ci sono regole, dal vampiro a Papa Francesco.
Nel cosplay deve esserci un personaggio di riferimento dal quale copiare ogni dettaglio e non personaggi inventati da voi. Per essere fiscali al massimo, solo personaggi esistenti di fantasia rientrano nei cosplay, altrimenti state facendo dei sosia.
Quindi fare Tom Cruise o Lady GAGA è fare il sosia, perché interpretate un personaggio reale. Interpretare il personaggio che gli attori rappresentano è un cosplay, ad esempio: Capitan Jack Sparrow è cosplay, fare Johnny Depp no!

Nel carnevale la bellezza di un costume non ha regole perché non c'è nessun originale da imitare, quindi sono ammesse qualsiasi varianti.
Nel cosplay la bellezza di un costume è quanto sei più simile all'originale, quindi io posso fare anche un vestito alto 2 metri con i razzi e il fumo, sarà figo in senso assoluto, ma se lo devo giudicare come cosplay non c'entra nulla!

La categoria original nei contest rappresenta proprio il concetto che se ti differenzi da un personaggio, non puoi rientrare nel cosplay classico, ma appunto stai facendo qualcosa di diverso. Per concludere, visto che ci sono delle categorie definite di costumi, non mescoliamo tutto insieme chiamando un vestito random cosplay, solo perchè fa più figo e vi fa sembrare più belli. C'è chi fa carnevale anche agli eventi cosplay. Questo non è un problema, anzi, ma chiamiamo le cose con il loro nome!

Commenti

Post più popolari

EverGreen Life: l'ulivo che costa caro e serve a poco