Braccialetti magnetici e di rame: completamente inutili

Se i braccialetti di rame andavano di moda anni fa, ora sono più in voga quelli magnetici, ma a cosa servono realmente?

I vari produttori specificano che questi dispositivi hanno effetti benefici grazie ad un aumento della circolazione, proprietà anti-infiammatorie e aumento della temperatura/metabolismo, ma siamo sicuri che sia vero?


Partiamo dal presupposto che se un campo magnetico statico avesse un effetto sul nostro organismo avremmo grossi problemi di salute, dato che il campo magnetico terrestre è impossibile da schermare. I campi magnetici ad altissima intensità (maggiore di 10 Tesla) hanno dimostrato invece di alterare negativamente il metabolismo cellulare.

Per quanto riguarda l'aumento della circolazione e della temperatura, anche se fosse vero, quale sarebbe il beneficio di tutto cio? Uno stato infiammatorio non trae certo beneficio da un aumento della temperatura. Senza entrare nel dettaglio, quando avete male per una botta ad esempio, solitamente ci mettete il ghiaccio o l'acqua bollente? Mi pare abbastanza ovvia la risposta, quindi di certo bene non fa.

Ad ogni modo, cosa dicono i fatti sulla reale efficacia di questi braccialetti?
In primis non sono mai stati effettuati studi scientifici che ne confermino l'efficacia, al contrario l'unico studio pubblicato su pubmed (per chi non sapesso cosa sia segua questo link a wikipedia pubmed wiki ) dimostra che non c'è nessuna reale differenza tra indossarlo o meno.

Nell'articolo sono stati confrontati gli effetti tra normali braccialetti (placebo) contro braccialetti magnetici o di rame, e si è visto che non cambia niente.

Per chi volesse leggere l'articolo completo ecco il link a pubmed → Braccialetti vs placebo

In conclusione, visto che questi dispositivi hanno un costo spesso elevato, vi consigliamo di usare i vostri soldi per qualcosa di più utile.

Commenti

Post più popolari

EverGreen Life: l'ulivo che costa caro e serve a poco